PRIMAVERA 2017 SCI ALPINISMO IN BULGARIA 

NEI MASSICCI DI RILA E PIRIN

L’escursione si svolge nei due gruppi di Rila e di Pirin
che presentano le cime più elevate della penisola balcanica, con un breve intermezzo culturale con visite a musei e a monasteri ortodossi.

PROGRAMMA

Il soggiorno ha la durata di 9 giorni compreso il viaggio. 
L’obiettivo è la salita alle cime più elevate, il monte Moussala di 2925 nel gruppo Rila e il Monte Vihren di 2914 nel gruppo Pirin. Viene proposto un programma standard che può essere eventualmente adattato o modificato in relazione allo stato dell’innevamento poiché l’ambiente consente diversi itinerari alternativi. L’escursione è nettamente confortevole con pasti caldi. Due notti sono previste in rifugio; gli altri pernottamenti sono in alberghetti o in hotel.

1° giorno- In mattinata ritrovo a Milano Malpensa, sbrigo delle formalità e quindi volo aereo per Sofia. Possibile breve visita della città a ridosso dei monti Vitosa 2290; interessanti: la chiesa di Sveta Sofija, l’Arhelogiceski Muzej o il Nacionalen Istiriceski Muzej. Trasferimento (62 km – 1,30 h) nella regione di Samokov . Quindi (1 h) al piccolo centro di RADOUIL ai piedi della cima più alta dei Balcani. Pernottamento in alberghetto.

2° giorno -Trasferimento di circa 20 min. fino alla partenza delle telecabine della stazione di Borovets (БOРOВEЦ), con le quali si sale al monte Yastrabets 2300 in 25 minuti. Da qui, in circa 2,30 h, si sale alla cima principale dei Balcani, il monte Moussala (2925). Si prende il tè alla vicina stazione meteo e quindi si scende per un canalino a riunirsi con il tragitto di salita e le piste della stazione. Sono possibili anche altri itinerari. Durata: 5,30 ore. Da Borovets in pulmino, passando per Samokov. (1550 - il centro ha alcuni siti che meritano una visita come la moschea Bajrakli dzamija e l’iconostasi, forse la più bella dei balcani, nella chiesa Uspenie na Sveta Bogorodica), in 40 min all’Hotel KALINA nel villaggio GOVEDARTSI.

3° giorno - Traversata che ci consentirà di girare intorno alle cime più importanti e di muoversi al di fuori di tutte le tracce che portano al circo del lago Strachnoto (2465). Da qui al rifugio Maliovitsa (2000) e, per il lago Iontchovo, le cima Kamilata (2621), le guglie Koupeni si giunge alla cima del Grand “Goliam” Koupen (2731). . Durata: 6,30/7,00 ore, ma sono possibili altri itinerari di ca 4 h. Si scende infine al Centro di formazione di Maliovitsa (1770). Pernottamento ancora all’Hotel.

4° giorno - Traversata per il rifugio Skakavitsa (1876) in direzione del rifugio /chalet Laghi di Rila. Il tragitto in funzione delle condizioni atmosferiche, avviene attraverso il bosco: per il rifugio Vada (1410); poi si sale al rifugio Lovna (1654); segue una cresta panoramica chiamata “Zeleni rid” si giunge al vecchio rifugio dei 7 laghi dove si pernotta. Camere a 2/4 letti, docce e bar. Durata: 5,30/6,00 ore.

5° giorno - Partenza per il grande Monastero di Rila, secondo complesso ortodosso dei Balcani, fondato nel 10° secolo (1100). Traversata di ca 5/6 h (2h salita e 3/4 h di cresta e discesa) si giunge al Monastero di Rila. E’ possibile scendere alla stazione di Panotchichte dentro il circo dei 7 laghi e trasferimento al Monastero Notte in Hotel.

6° giorno - Giornata di riposo e cultura. Trasferimento di ca 220 km durante il quale faremo la visita al Monastero, dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’umanità. Notte a Bansko , in pensione familiare. Una delle più pittoresche città-museo della bulgaria grazie alle viuzze dei quartieri antiche fiancheggiate da mura su cui si aprono i portoni delle tipiche case, è dichiarata patrimonio nazionale. Fu centro di una scuola agiografica; attualmente può offrire interessanti scoperte, come il museo di arti tradizionali o la visita, a pagamento, alla piscina di acque minerali o, alla sera, la degustazione della cucina tradizionale.

7° giorno - L’escursione avviene nel parco nazionale del PIRIN, anch’esso dichiarato dall’Unesco patrimonio mondiale. Traversata in partenza dalla valle del rio Demianichka verso il col Todorka, quindi sci sul versante del lago Banderishki o nei dintorni della stazione sciistica Bansko/Chiligarnika. La cima possibile è il Monte Todorka 2750, di fronte al Vihren. Pernottamento al rifugio Banderitsa (1800); unica notte in condizioni spartane: non saranno trasportati in quota i bagagli ma necessita il sacco a pelo; bisogna inoltre partecipare alla preparazione dei pasti.

8° giorno - Partenza con gli sci per la cima Vihren (2914), da dove si gode uno splendido panorama sui monti Rodopi; in caso di condizioni negative, si opterà per la cima Hvoinati (2690). Successiva discesa al rifugio Vihren (1950) fino a Chiligarnika (partenza degli skilift) e traversata al centro di villeggiatura di Popina Laka (1300). Si giunge infine al villaggio di Melnik (centro vitivinicolo) di architettura molto mediterranea e località di turismo. Trasferimento a Sofia in all’Hotel.

9° giorno – Trasferimento in aeroporto e quindi volo per Milano/Malpensa.

NOTE PER IL PARTECIPANTE

Costo a partecipante: in definizione

L’escursione è possibile per minimo 11 e massimo 15 partecipanti con accompagnatore dall’Italia.
I partecipanti si impegnano a seguire il programma stabilito. Durante lo svolgimento le eventuali rinunce a parti del programma devono essere segnalate all’accompagnatore ma non danno diritto a rimborso.

Volo aereo A/R: Milano/Malpensa-Sofia

Tasse aeroportuali e assicurazione Europassistance (o simile)

Pensione completa durante il soggiorno

Tutti i trasferimenti necessari a compiere il tour

Trasporto dei bagagli personali, escluso per le salite ai rifugi Laghi di Rila e Banderitsa

Accompagnatore (Guida) dall’Italia

La Guida locale, membro del soccorso in montagna bulgaro (parla francese o inglese) 



La quota non comprende:

Gli ingressi ai musei e ai Monasteri

Le bevande

Tutto quanto non menzionato alla quota comprende. 


Le iscrizioni prevedono il versamento di un acconto del 30% all’iscrizione e si chiudono al completamento dei posti. Il saldo deve essere effettuato almeno 30 giorni prima della partenza.


 

RINUNCE 

In caso di rinuncia l’organizzazione deve trattenere una parte della quota di iscrizione:

a) fino a 30 giorni prima dell’escursione, penale di 30%.

b) dal 29° giorno prima della partenza al giorno della partenza, penale del 100%.